Sabato 8 agosto
ore 19
Cappella di Sant’Anastasia

“TRIO GIOCHI ARMONICI”

Loredana Cardona – flauto
Giulio Glavina – violoncello
Metella Pettazzi – arpa

Sabato 15 agosto
ore 19
Cappella di Sant’Anastasia

“THE ITALIAN ACCORDION BROS”

Roberto Caberlotto – fisarmonica
Gilberto Meneghin – fisarmonica

Martedì 18 agosto
ore 21.30
Pieve di San Giovanni Battista

“DUO CHITARRA E PIANOFORTE”

Lapo Vannucci – chitarra
Luca Torrigiani – pianoforte

Tutti i concerti sono ad ingresso libero con posti limitati nel rispetto delle norme igienico-sanitarie

TRIO GIOCHI ARMONICI

Loredana Cardona – flauto
Giulio Glavina – violoncello
Metella Pettazzi – arpa

Loredana Cardona – flauto
Ha conseguito il diploma di Flauto presso il Conservatorio di Musica “N. Paganini “di Genova. Si è perfezionata con il M° Annamaria Morini per l’esecuzione della musica contemporanea, con il m° Edward Smith per la prassi e l’esecuzione della musica antica e con il M° Pier Narciso Masi e il M° Massimiliano Damerini per la musica da camera. Ha collaborato a registrazioni televisive per la RAI. È insegnante di propedeutica musicale. Ha collaborato attivamente con il FAI eseguendo concerti per la valorizzazione di monumenti antichi nel Ponente Ligure. Direttore Artistico delle “Vacanze musicali Internazionali Alassine” ha organizzato nell’ambito degli stessi concerti in collaborazione con il Comune di Alassio. Membro di commissione in concorsi musicali nazionali ed internazionali. Ha collaborato all’ allestimento ed all’ esecuzione di importanti opere teatrali– musicali ed ha partecipato a prime esecuzioni assolute di compositori contemporanei. Attiva nell’organizzazione dei corsi di Alto Perfezionamento “Laboratoriomusica” di Alassio. Fa parte dell’orchestra di fiati della “MUSICO-VOCALE INGAUNIA”. Direttore artistico della “Rassegna di Musica da Camera” e dei “Momenti Musicali” di S. Giorgio d’Albenga creati in collaborazione con la Provincia di Savona e di altri eventi musicali di rilevanza nel Ponente Ligure.Collabora nella direzione artistica del “Maggio Musicale Alassino”. Ha al suo attivo numerosi concerti di Musica da Camera in Italia e all’Estero in diverse formazioni cameristiche. Collabora con “Gli archi all ‘Opera “del Teatro Carlo Felice di Genova.

Metella Pettazzi – Arpa
Si è diplomata in Arpa al Conservatorio “N. Paganini “di Genova con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di M.L. Giannuzzi. Successivamente si è perfezionata con C. Michel e S. Mildonian. Come arpista ha tenuto concerti in Italia, Francia, Germania sia come solista che in varie formazioni da camera, ha eseguito prime assolute di composizioni di autori contemporanei, alcune a lei dedicate. Ha partecipato a vari concorsi ottenendo, fra gli altri, il 3° premio al Concorso Internazionale UFAM di Parigi nel 1987. Ha effettuato registrazioni per la RAI. Titolare della cattedra di Musica presso l’Istituto Comprensivo Rapallo, di cui è anche coordinatrice dell’ Indirizzo Musicale, affianca all’insegnamento un’ intensa attività in varie formazioni orchestrali, con le quali si è esibita in Italia ( Genova , Stresa, Bologna, Piacenza, Torino, Alessandria) che in Svizzera e in Austria (Wholen, Mendrisio, Chiasso, Lugano, Feldkirk ) in programmi lirico-sinfonici e nell’allestimento di opere liriche, e si dedica alla trascrizione e all’elaborazione di brani per arpa, flauto, violoncello e altri strumenti. Dirige inoltre il coro “Canticum Novum “, col quale tiene regolarmente concerti, e il coro della Cattedrale di Chiavari.

Giulio Glavina – Violoncello
Diplomato al conservatorio N. Paganini di Genova, primo violoncello presso l’Orchestra Giovanile Italiana nella tournèe europea del 1987 ha suonato nei più importanti teatri. Ha effettuato un’intensa attività concertistica come solista in numerosi festival internazionali e teatri di tradizione. Nel 1993 ha superato l’esame di ammissione all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Nel 1997 ha eseguito per il poeta Hobsbawn la suite per cello e jazz piano trio di C. Bolling al teatro CarloFelice. Ha al suo attivo diverse registrazioni per conto della Rai e ha inciso in prima esecuzione mondiale la sonata per violoncello e pianoforte di Bruno Bettinelli (Rusty records Milano). È membro dell’Orchestra del teatro Carlo Felice di Genova.

The Italian Accordion Bros

A volte i corsi di perfezionamento sono più utili di quello che sembra…ed è proprio da uno di questi che nasce la nostra amicizia artistica ed umana.
Così si studia e contemporaneamente ci si inventa: per farci notare.
Dunque via con il primo cd che combina antico e moderno, registrato in una bellissima cappella cimiteriale, che non fu la tomba del duo, bensì la “culla”.

E dopo un apprezzamento di Ennio Morricone o uno di Massimo Gramellini, l’entusiasmo vola; a tal punto che altri quattro cd si susseguono (ed avere il sostegno di RadioTre Rai nel presentarli non nuoce di certo!).
Per la nostra peculiarità ci vogliono anche in “Mozart in the Jungle”, ma poi un montaggio infelice, ne sacrifica le intenzioni di partenza…peccato!

Ma non ci perdiamo d’animo, anzi, collaboriamo con altri artisti (Laura Curino, Cecilia Ziano, l’Orchestra d’Archi Italiana, per citarne alcuni) perché vogliamo “cavare” un’identità diversa dallo strumento ad ance solitamente più noto per i suoi trascorsi nel repertorio folclorico: la fisarmonica.

Proponiamo riletture ed adattamenti di musica dedicata a generici strumenti da tasto o a tastiere ben specifiche (organo, clavicembalo) e parallelamente procediamo in un’opera di formazione e conoscenza verso i compositori, stimolandoli a produzioni originali per questa formazione.

Accademicamente siamo entrambi diplomati con il massimo dei voti e la lode in fisarmonica classica presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e il nostro nastro di partenza è datato 2005.

Ringraziandoli, citiamo anche i compositori che ci hanno dedicato il loro tempo: Ennio Morricone, Paolo Ugoletti, Francesco Schweizer, Fabrizio De Rossi Re, Andrea Talmelli, Mario Pagotto, Tiziano Bedetti, Gianmartino Durighello, Massimo Priori, Lorenzo Fattambrini, Riccardo Riccardi, Daniele Venturi, Rolando Lucchi.

Ci siamo chiamati DissonAnce, per giocare con le parole sulla nostra fonte sonora, ma ora il gioco prosegue con un nuovo nome: “The Italian Accordion Bros”!

Duo Vannucci – Torrigiani

Duo Vannucci Torrigiani

Dal 2010 Lapo Vannucci e Luca Torrigiani formano un duo nato da una profonda amicizia, con l’intento di esplorare nuovi ambiti della musica per chitarra e pianoforte.

Entrambi laureati con lode al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, approfondiscono gli studi presso prestigiose istituzioni musicali quali l’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola, la Scuola di Musica di Fiesole, l’École Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot”.

Parallelamente all’intensa attività solistica, come duo si esibiscono regolarmente in Italia e all’estero, ricevendo ovunque unanimi consensi. La critica ne esalta la grande capacità comunicativa e l’attenzione costante alla bellezza del suono. Particolarmente attivi nell’ambito della musica contemporanea, hanno eseguito in prima assoluta brani a loro dedicati dei compositori Luigi Giachino, Giuseppe Crapisi e Teresa Procaccini. Con la Filarmonica “Ion Dumitrescu” di Râmnicu Vâlcea, la Filarmonica “Mihail Jora” di Bacău, Orquesta Sinfónica del estado de México, EurOrchestra da camera di Bari e l’Orchestra Sinfonica di Sanremo hanno eseguito “Tre Paesaggi”: un concerto per chitarra, pianoforte e orchestra d’archi scritto per il duo dal compositore Francesco Di Fiore. Inoltre recentemente, hanno portato a termine il progetto “Concerto Trilogy” eseguendo i tre concerti dedicati a loro, per chitarra e orchestra, pianoforte e orchestra, chitarra – pianoforte e orchestra d’archi del compositore Francesco Di Fiore con la Filarmonica “Mihail Jora” di Bacău. Per la casa discografica “Velut Luna” è uscito il CD Italian Music for Guitar and Piano: “…il chitarrista Lapo Vannucci e il pianista Luca Torrigiani si intendono così bene da generare una sola superficie sonora, opalescente. Pare che i colori dell’iride si reverberino, moltiplicandosi, attraverso un cristallo. Tale è la sintonia di timbri e sensibilità fra i due, che suonano come un’unica cordiera.” [Gregorio Moppi “la Repubblica”]

Lapo Vannucci, nato a Firenze nel 1988, inizia gli studi con Riccardo Bini per poi proseguirli al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze dove si diploma con il massimo dei voti e la lode con Alfonso Borghese. Con quest’ultimo frequenta il biennio di alto perfezionamento della Scuola di Musica di Fiesole e contemporaneamente segue masterclass di Arturo Tallini, Alvaro Company, Francesco Romano, Frédéric Zigante e Stefano Viola. Ha ottenuto il diploma accademico di II livello sempre col massimo dei voti e la lode e successivamente si è specializzato con Alberto Ponce e Tania Chagnot presso l’Ecole Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot” dove ha ottenuto il Diplôme Supérieur d’exécution e il prestigioso Diplôme Supérieur de Concertiste.

Vince numerosi concorsi nazionali e internazionali (Liburni Civitas, Città di Piove di Sacco (PD), Città di Massa, Città di San Sperate (CA), Città di Asti, Mendelsshon Cup di Taurisano (LE), Riviera Etrusca, Città di Grosseto, Riviera della Versilia, Concorso chitarristico “Davide Lufrano Chaves”) sia da solista che in diverse formazioni da camera.

È docente presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce sezione staccata di Ceglie Messapica (BR) e direttore artistico del Concorso Chitarristico “Giulio Rospigliosi”.

Svolge un’intensa attività concertistica presso prestigiose istituzioni e festival musicali in Italia e all’estero (a Malta per il Victoria International Arts Festival, in Giappone per un tour di sedici concerti, in Germania per l’Havelländische Musikfestspiele di Berlino, per il Neckar Musikfestival di Weinsberg (Stoccarda) e per la rassegna Meisterkonzerte di Fürstenzell (Baviera), in Spagna per la celebre Fundación Andrés Segovia di Linares e per il Festival Internacional de Música S’Agaró, in Francia presso la Salle Cortot di Parigi e in diverse città della Romania: Bucarest, Onesti, Bacau, Ramnicu Valcea).

Ha eseguito in prima assoluta opere di Luigi Giachino, Francesco De Santis, Ian C. Scott, Matteo Pittino, Albino Taggeo, Giuseppe Crapisi, Teresa Procaccini e il concerto per chitarra, pianoforte e orchestra d’archi del compositore Francesco Di Fiore.

Insieme al pianista Luca Torrigiani ha inciso per l’etichetta discografica Velut Luna il disco “Italian Music for Guitar and Piano”, contenente quattro prime registrazioni assolute.

Suona una chitarra costruita per lui dal liutaio giapponese Masaki Sakurai.

Luca Torrigiani si è diplomato a pieni voti in pianoforte, organo e composizione organistica al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida dei Maestri Fiuzzi e Mochi, laureandosi, nello stesso Conservatorio con il massimo dei voti e lode, al Biennio specialistico di II livello con Daniela De Santis.

Ha frequentato corsi internazionali di perfezionamento con Piernarciso Masi, diplomandosi in musica da camera presso l’accademia pianistica internazionale “incontri col maestro” di Imola ottenendo il diploma master (massimo punteggio), perfezionandosi inoltre con Hector Moreno, Frank Wibaut, Jörg Demus.

La sua carriera artistica ha inizio negli anni ’92 con una prestigiosa tournée in Giappone, che lo ha portato a suonare nelle più importanti sale concertistiche di Gifu, Nagoya e Tokyo dove ha peraltro tenuto un concerto privato in onore della famiglia imperiale.

Da diversi anni si sta dedicando al repertorio cameristico esibendosi in numerosi concerti all’interno di importanti stagioni musicali.

Ha fondato, con Davide Bandieri (1° clarinetto dell’orchestra da camera di Losanna) il duo Prevert, risultando vincitori di moltissimi primi premi in concorsi nazionali e internazionali, tra i quali: “Concorso Città di Grosseto”, “Concorso città di Casarza Ligure”, Concorso Miroirs Città di San Giuliano Terme, Concorso internazionale “Città di Pietra Ligure” e “Città di Racconigi”, Concorso Nazionale di “Ortona”, Concorso “Riviera della Versilia”, Concorso “Menicagli” a Livorno e Concorso Luigi Nono a Venaria di Torino, concorso città di “Montescudo”, “Fidapa” città di Pisa e città di Manerbio (BO). Nel marzo 2002 hanno ottenuto la menzione speciale per la miglior esecuzione di Brahms al concorso internazionale di musica da camera di Pinerolo.

Insieme al chitarrista Lapo Vannucci e la flautista Rieko Okuma, ha dato vita al trio “Rospigliosi” che ha richiamato l’attenzione di numerosi compositori contemporanei: Teresa Procaccini, Francesco De Santis, Luigi Giachino, Francesco Di Fiore, Albino Taggeo, Matteo Pittino hanno dedicato, a questa formazione, loro composizioni. Sono stati invitati in importanti stagioni concertistiche in Italia e all’estero (Romania, Spagna, Giappone…).

Attivo anche nel campo didattico, ha insegnato presso i conservatori di: Adria, Bari, Vibo Valentia, Trapani. Attualmente è docente di pianoforte principale presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Grazie ai numerosi successi ottenuti dai suoi allievi, è vincitore del premio della didattica in numerosi concorsi pianistici. Inoltre spesso partecipa come giurato a prestigiosi concorsi pianistici nazionali e internazionali ed è Direttore artistico dell’Associazione Cultura e Musica Rospigliosi che ormai da anni promuove uno dei concorsi strumentali nazionali di maggiore fama.


Edizioni precedenti

Il sito utilizza alcuni cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi